Please enable JS
22 Nov 2019 / Diario di Bordo

Non è festa senza il gusto di pietanze prelibate. Ecco alcuni spunti per ricreare ricette tradizionali pugliesi a base di pesce.

Antipasto freddo natalizio

Per incominciare nella maniera migliore il cenone di Natale, niente di meglio del Tronchetto Salato con mousse di salmone, mazzancolle e punte d'asparagi, una delizia tipica del Salento.

Raffinato, ricercato e soprattutto delizioso, questo antipasto è costituito da un morbido guscio di pane che racchiude una mousse cremosa a base di salmone affumicato, mazzancolle e asparagi.

In uno stampo allungato bisogna disporre circa 10 fette di pancarré prive di crosta che fungono da contenitore per la mousse precedentemente preparata con 200 grammi di salmone frullato insieme a 250 grammi di panna fresca e 300 grammi di robiola.

Lungo il perimetro si dispongono una decina di asparagi lessati, mentre al centro vanno concentrate le mazzancolle sbollentate e private del carapace. Questo ripieno deve essere alternato ad altre fette di pancarré fino a riempire completamente lo stampo.

Dopo aver lasciato riposare in frigorifero per almeno 30 minuti lo si capovolge, ricoprendolo di mousse e arricchendolo con guarnizioni a piacere.

Risotto di gamberi e liquirizia

L'abbinamento tra i preziosi granelli di liquirizia e i gamberi consente di creare un primo piatto delicato e raffinato, ideale per il pranzo di Natale e adatto per conquistare anche i palati più esigenti.

Dopo aver sbollentato i gamberi per circa 5 minuti, si procede alla cottura del riso (preferibilmente carnaroli) sfumandolo con un bicchiere di vino bianco.

Dopo avere amalgamato una manciata abbondante di pecorino grattugiato, una noce di burro e i gamberi lessati, si completa con la polvere di liquirizia e un trito di prezzemolo fresco.

Seppioline all'arancia con olive nere

Per un secondo piatto a base di pesce che sia in grado di coniugare i sapori del mare con l'eleganza della frutta, niente di meglio di questa deliziosa ricetta Pugliese.

Dopo aver creato la marinatura con il succo di due arance, con 4 cucchiai di olio EVO, un cucchiaio di aceto bianco e una presa di prezzemolo tritato, si procede pulendo e tagliando le seppioline.

La cottura, che avviene in seguito a una marinatura di almeno 5 ore in frigorifero, si fa in una padella dove è presente olio e aglio con le olive nere.

Le seppioline devono mantenere il loro naturale colore bianco e una consistenza molto morbida.

Cozze fritte in pastella

In Puglia le cozze sono un cibo particolarmente apprezzato, che viene preparato in molti modi; questa versione è una delle più saporite.

Bisogna sgusciare i molluschi per poi pastellarli e friggerli fino a ottenere una perfetta doratura e croccantezza esterne con morbida polpa interna.

Per rendere la pietanza ancora più croccante è possibile utilizzare farina integrale e un pizzico di lievito in polvere per ottenere una pastella squisita.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page