Please enable JS
18 Nov 2019 / Diario di Bordo

Il pesce è da sempre considerato come uno degli alimenti cardine per una dieta sana, equilibrata e nutriente. Assolutamente indicato da portare sulla propria tavola è il pesce magro.

Ma cosa si intende quando si parla di pesce magro e quali sono quelli che rientrano in tale definizione?

Cosa si intende quando si parla di pesce magro

Tutti i tipi di pesce hanno caratteristiche che li rendono nutrimenti perfetti e indicati per ogni tipo di dieta in quanto sono ricchi di proteine e omega 3.

Nella categoria dei pesci magri rientrano tutte quelle specie che non solo si caratterizzano per un contenuto proteico decisamente alto, ma anche per un contenuto lipidico assai minore rispetto ad altri. Volendo dare un termine di paragone, un pesce può definirsi "magro" quando il suo "contenuto lipidico da crudo è inferiore a 10 grammi per ogni 100 grammi di peso". Detto questo, quali sono i pesci magri che bisogna prendere in considerazione nel momento in cui si dovesse decidere di iniziare una dieta ipocalorica?

Quali sono i pesci più magri?

Quando si parla di pesci magri il primo pensiero potrebbe correre quasi certamente a molluschi e crostacei. Tuttavia bisogna prestare particolare attenzione, perché se da un lato è vero che essi rientrano nella categoria in questione, è altrettanto vero che, se consumati in eccesso, possono determinare un innalzamento del livello di colesterolo.

Un pesce magro che senza dubbio non può mancare sulla propria tavola è il pesce spada. Ovviamente questo non è l'unico pesce magro che va considerato quando si dovesse decidere di intraprendere una dieta dimagrante. Rientrano nella stessa categoria anche il tonno e l'orata. Anzi, per quanto concerne quest'ultima tipologia di pesce magro, va detto che è una delle migliori nel rapporto qualità-prezzo, perché al pari del branzino, altro pesce decisamente magro, ha un costo accessibile per qualsiasi tasca.

Infine, non vanno dimenticati il nasello e la sogliola: per quanto riguarda quest'ultimo tipo di pesce magro va detto che un altro suo punto di forza oltre al fatto di rientrare nella categoria in discussione è anche il fatto che è decisamente facile da cucinare.

Infine, non si possono non citare tutti quei pesci magri che a loro volta rientrano nella onnicomprensiva definizione di "pesce azzurro": il riferimento è quindi, ad esempio, a sgombri e alici, che quindi oltre ad essere pesci decisamente alla portata di tutti sono anche ottimi da mangiare.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page