Please enable JS
21 Mar 2016 / Diario di Bordo

Nei dintorni di Castro e Santa Cesarea Terme, nota meta termale salentina, è possibile scoprire uno degli angoli più suggestivi di questo tratto di costa orientale salentina. Infatti, Torre Miggiano rappresenta una piccola perla incastonata tra le alte scogliere, tipiche di questi territori.

La località viene abitata principalmente durante la bella stagione, detta anche Porto Miggiano, è raggiungibile percorrendo la strada litoranea che mette in comunicazione il paese di Santa Cesare Terme con Castro Marina.

La spiaggia tra le scogliere

La particolarità che caratterizza Torre Miggiano è la conformazione a U, incorniciata dai costoni rocciosi a strapiombo sul mare, alti all'incirca una ventina di metri. La piccola baia è uno dei pochi luoghi di questi territori, dove è presente un pezzo di costa sabbiosa, ideale per la dolcezza della discesa a mare.

Riparata dai venti e composta da sabbia fine, questa località regala un paesaggio avvolgente, pieno di profumi e colori mediterranei. La trasparenza e la bellezza di queste acque, incantano i visitatori che rimangono affascinati da questo spaccato naturalistico di indubbio rilievo.

Per raggiungere la spiaggia è necessario utilizzare la lunga scalinata, scavata nella roccia e composta da ben 115 scalini, oppure è possibile arrivare comodamente via mare. In tempi recenti è stata aggiunta una piattaforma artificiale che permette di entrare ancora più agilmente, direttamente in acqua.

Meta ideale per le famiglie con bambini, Torre Miggiano è adatta agli appassionati di snorkeling e immersioni subacquee. Inoltre, nei dintorni sono presenti diverse grotte marine storicamente e geologicamente di grande interesse.

Cenni storici

Trovandosi a soggiornare a Santa Cesarea Terme oppure a Castro Marina, è facile scoprire nei dintorni un altro tipico angolo del Salento. La denominazione di Torre Miggiano deriva dalla presenza dell'omonima struttura d'avvistamento, costruita prospiciente alla costa e risalente all'inizio del XVI secolo.

La struttura veniva impiegato per difendere il litorale dalle possibili invasioni saracene, mantenendo sempre un collegamento con le altre torri vicine, poste rispettivamente a Santa Cesarea e verso Castro. Il porticciolo scavato nella roccia è indicato per accogliere poche imbarcazioni.

Torre Miggiano è vissuta principalmente durante la stagione estiva e nei dintorni, sono presenti diverse strutture ricettive destinate all'alloggio. Ogni anno verso la fine del mese di luglio la località ospita un importante evento dedicato alla cucina tipica. Un'occasione ideale per assaggiare alcune delle pietanze salentine più caratteristiche e gustose, come la frittura di pesce.

Fonte immagine: Flickr - Andrea Cavalera

Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page