Please enable JS
18 Giu 2016 / Diario di Bordo

Situata nel basso Salento, la cittadina di Castro, per le sue bellezze paesaggistiche e per la particolarità del suo territorio, custode di tesori naturalistici unici al mondo, fa parte del Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, già dal 2006.

Castro: ricca di storia e di bellezze naturali

Castro sorge in una posizione strategica della penisola salentina, bagnata dal mar Adriatico e dal mar Jonio; la mitezza del clima mediterraneo, il verde della macchia mediterranea, la bellezza delle sue spiagge che si aprono su un mare cristallino e la rarità delle sue grotte costiere, tra cui la Grotta Zinzulusa, fanno di Castro la perla della Puglia, meta preferita da turisti e studiosi in ogni periodo dell'anno.

La cittadina di Castro è al contempo uno scrigno che custodisce un'antica e nobile storia, infatti il poeta Virgilio, la colloca come punto di approdo di Enea, fuggito da Troia. Abitata sin dalla preistoria, la terra dei Messapi divenne colonia greca e poi romana, col nome di Castrum Minervae. Successivamente subì diverse dominazioni, dai Bizantini ai Normanni, agli Svevi, agli Arabi e ancora oggi, la cittadina conserva nel suo centro storico preziose testimonianze del suo glorioso passato.

Alla scoperta del Castello Aragonese

La parte alta della città, denominata Castro Superiore, racchiude le maggiori testimonianze di interesse storico-culturale-artistico.

La prima Piazza che si incontra nel centro storico di Castro, di impianto medievale, è Piazza Perotti, tuttavia il cuore della città è considerata Piazza Vittoria, che si apre sulla Cattedrale Bizantina e sul Palazzo Vescovile.

Molto suggestiva la passeggiata attorno alle antiche mura, un percorso lungo circa due chilometri che si snoda su un panorama mozzafiato e che porta al bellissimo Castello Aragonese. La fortificazione risale al XII secolo, costruito sui resti della rocca Bizantina che riveste un'importanza a livello nazionale.

Il Castello è a pianta rettangolare con quattro bastioni angolari e nel corso dei secoli è stato più volte ristrutturato; ultimamente il Comune di Castro ha realizzato importanti restauri e oggi è fruibile dai visitatori.

Al suo interno si può visitare la mostra permanente Castrum Minervae: tra Greci e Messapi che espone preziosi reperti archeologici. Il torrione di levante ospita il Museo Civico "Antonio Lazzari" e una sala è sede di importanti convegni.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page