Please enable JS
17 Ott 2016 / Diario di Bordo

Le vongole sono dei deliziosi molluschi utilizzati per la preparazione di primi piatti o per la realizzazione di zuppe a base di pesce.

Per la buona riuscita di questi piatti è però necessario compiere un'operazione preventiva, ovvero eliminare la sabbia contenuta all'interno del mollusco. Come qualsiasi altro tipo di mollusco, infatti, anche la vongola ha bisogno di essere spurgata dalla sabbia contenuta al suo interno, e questo va fatto almeno 2 o 3 ore prima del loro utilizzo.

Come si toglie la sabbia dalle vongole?

Come prima cosa occorre fare una minuziosa cernita delle vongole, eliminando quelle con il guscio aperto o rotto, che contengono nella maggior parte dei casi un mollusco morto. Fatto ciò, si procede al lavaggio delle vongole sotto l'acqua corrente.

Ora non resta che riempire una bacinella con dell'acqua fredda, aggiungerci un cucchiaio di sale fino, e per ultimo metterci al suo interno le vongole e lasciarle lì per un paio d'ore. Trascorso il tempo indicato, ripescate le vongole facendo attenzione a non smuovere la sabbia che nel frattempo si è depositata sul fondo. Eliminate l'acqua con la sabbia e ripetete la medesima operazione fatta prima per un'altra mezz'ora.

A questo punto, mettete le vongole in uno scolapasta e sciacquatele sotto l'acqua corrente. Le vongole sono pronte per essere utilizzate.

Consiglio per cucinare le vongole

Mettete le vongole all'interno di una padella insieme ad un filo d'olio e aspettate che si aprano. Una volta aperte, trasferitele in un piatto ed eliminate quelle eventualmente rimaste chiuse, che con molta probabilità sono morte e ancora piene di sabbia.

Filtrate con un colino a maglie strette l'acqua di cottura delle vongole e utilizzatelo per la preparazione della ricetta scelta.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page