Please enable JS
13 Set 2016 / Diario di Bordo

Lo scorfano, contrariamente a quanto possa far pensare il suo nome che ha notoriamente una connotazione dispregiativa, è un pesce molto speciale se si fa riferimento alle sue qualità organolettiche e ai nutrienti.

Un pesce speciale

Al completamento della crescita è un pesce di discrete dimensioni, perché può raggiungere i 5 kg di peso e il mezzo metro di lunghezza. Il colore della livrea è tipicamente rossastro utile anche per mimetizzarsi e le sue pinne sono molto acuminate. Si difende proprio con quella sul dorso che, se punge, riesce a iniettare un veleno che non è mortale, ma può arrivare a provocare uno svenimento in soggetti predisposti.

La particolarità che attira l'attenzione è la forma della testa con gli occhi sporgenti, labbra carnose e il fatto che sia sproporzionata rispetto al corpo. Si trova nelle acque del Mediterraneo e vive anche nell'Oceano Atlantico e a largo delle Canarie.

Lo scorfano in cucina

Lo scorfano è il tipico pesce da impiegare per le zuppe, perché conferisce un sapore molto gustoso al brodo ed è assai aromatico.

La sua carne al palato risulta compatta e dunque ideale anche per le preparazioni in guazzetto o al sugo e non dà grandi problemi con le "spine" soprattutto nella zona della testa, ma meno nei filetti. È un pesce estremamente digeribile e che va bene anche per l'alimentazione dei bambini deditamente ripulito.

Proprietà e valori nutrizionali

Mangiare pesce almeno 2 volte a settimana o anche 3 è l'ideale per garantirsi un buon apporto di proteine e di acidi grassi polinsaturi, quelli "buoni", che evitano il depositarsi lungo le arterie del pericoloso colesterolo.

Lo scorfano è un ottimo pesce in tal senso perché contiene gli acidi grassi Omega 3 e combatte in particolare l'innalzamento dei valori del colesterolo LDL, cioè quello cattivo.

È un alimento molto magro perché in 100 g ci sono solo 80 calorie e questo significa che è consigliato anche a chi sta seguendo una dieta ipocalorica.

I nostri nonni dicevano che mangiare pesce fa bene alla memoria e lo scorfano non fa eccezione, perché contiene tanti minerali come il fosforo, il calcio, il ferro, il potassio, il magnesio e anche sali minerali. Questi ultimi si mantengono in cottura quando lo scorfano viene cucinato al vapore oppure al forno piuttosto che nelle zuppe.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page