Please enable JS
30 Nov 2018 / Diario di Bordo

Lo squalo più popolare delle tavole di tutto il mondo

Appartenente alla famiglia delle Carcharhinidae, questo tipo di pesce è in tutti i paesi tra i più consumati a livello alimentare. Un pesce già molto conosciuto sin dall'antichità e le cui caratteristiche non erano solo protagoniste di popolari ricette, ma anche decantate in poemi e leggende. Effettivamente le sue sembianze portano alla mente immediatamente a quelle più famose dello squalo, con la sua lunga corporatura, il muso aguzzo ed i caratteristici denti triangolari, come triangolare è anche la pinna dorsale posta posteriormente sul dorso. Dai profondi colori brillanti che vanno dal grigio chiaro al blu intenso, la verdesca può raggiungere dimensioni notevoli, fino ai 4 metri di lunghezza ed arrivare a pesare ben 250 kg.

Quelli che vengono pescati normalmente però hanno dimensioni ben ridotte visto che la maggior parte degli esemplari che popolano i mari sono di dimensioni minori.

Lo squalo blu. Una risorsa spesso sottovalutata in occidente

Seppur si tratti di un pesce presente praticamente in quasi tutti i mari del mondo, eccetto quelli eccessivamente freddi, al giorno d'oggi alla verdesca non vengono ancora riconosciute tutte le qualità che meriterebbe.

Il paese che forse più di altri lo apprezza maggiormente è probabilmente l'Asia, come anche un po’ tutti i paesi asiatici, dove la zuppa di pinne di squalo rappresenta uno dei piatti più popolari e diffusi. Questa ricetta saporita e caratteristica, è però solo una delle molte che lo riguardano ed oltre agli usi alimentari con la verdesca vengono realizzati anche oli a fini terapeutici ed addirittura lavorati per il settore dell'abbigliamento. Per questi motivi nonostante in occidente se ne faccia un consumo molto più contenuto, la verdesca è una specie comunque sottoposta ad una massiccia pressione dal punto di vista commerciale. Questo avviene sia perché si tratta di un pesce versatile e senza spine, ma comunque non pregiato e dunque abbastanza economico, sia per via della richiesta notevole che vi è per l'utilizzo alimentare e non solo in tutte le zone asiatiche. Per via di questo uso massiccio la verdesca è comunque una tra le specie che più delle altre rischia l'estinzione, come spesso succede per molte specie di squali.

Proprietà e caratteristiche perfette per molte ricette

Il sapore della carne di verdesca è in realtà piuttosto tenue, ma per molti si tratta comunque di un sapore leggermente diverso dal solito pesce e per questo non molto gradito. La verdesca può essere utilizzata per un grande numero di ricette.

La sua carne si presta ad essere lavorata facilmente in quanto si tratta di un pesce cartilagineo e dunque senza spine e lische. Così, come il pesce spada, anche se meno pregiato, con della verdesca a fette è possibile preparare rapidamente ragù o preparati per verdure ripiene di pesce, bistecche da cuocere sulla piastra, fettine marinate o ancora gustose zuppe come quella più famosa realizzata con le sue pinne.

Un pesce ipocalorico

Tutti i piatti e le ricette realizzate con la verdesca possono essere considerati ipocalorici, sempre che ovviamente non si esageri con i condimenti. Infatti lo "squalo blu" contiene meno del 6% di grassi, circa 125 calorie ogni 100 grammi e soprattutto il 20% di proteine.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page
 
I nostri punti vendita