Please enable JS
22 Dic 2018 / Diario di Bordo

Una delle ricette più comuni del panorama marinaro è il salmone marinato. Esistono diversi modi per farlo in maniera corretta come la marinatura con aceto o con limone.

Salmone marinato in maniera tradizionale

Per marinare il salmone con l'aceto è necessario utilizzare l'aceto di mele o l'aceto balsamico, pulire il salmone e tagliarlo a filetti della grandezza preferita, lasciarlo in ammollo con l'aceto per diverse ore. Il liquido farà macerare la carne del salmone e lo renderà molto più tenero. La scelta del tipo di aceto è proporzionale al gusto ricercato, solitamente l'aceto di mele dà una consistenza fresca e delicata mentre invece quello balsamico sarà molto più intenso e caratteristico. Alcuni preferiscono invece marinare il salmone con il limone in modo da renderlo molto più profumato e mediterraneo. Per farlo è necessario preparare un'emulsione con succo di limone, due cucchiai di aceto di vino bianco, sale e pepe. Basterà miscelare questi ingredienti e coprire il salmone a filetti per qualche ora. Alcuni sostituiscono il limone con il pompelmo o arancia, entrambi emulsionati con olio, sale e pepe. Ovviamente queste varianze sono molto più originali ed esotiche.

Salmone marinato alla scandinava o con salsa di soia

Dando un'occhiata alle ricette è possibile usare marinature non convenzionali come quella scandinava o la marinatura con salsa di soia. Il salmone marinato alla scandinava utilizza una miscela di aneto, sale, zucchero e grani di pepe. Questa ricetta è molto tipiche in Danimarca, Norvegia, Finlandia, Estonia e Islanda. Per prepararla bisogna tritare finemente l'aneto, aggiungere due cucchiai di sale, due cucchiai di zucchero e pepe in grani. In seguito tagliare il salmone a fette, stenderlo in una pirofila e versare il composto, lasciandolo in posa per un'intera giornata.

La marinatura con salsa di soia è utilizzata soprattutto nella cucina orientale, specialmente per accompagnare il pesce crudo. Per preparare la salsa di soia è necessario creare un'emulsione con due cucchiai di aceto di mele, un cucchiaio di succo di limone, un bicchiere di salsa di soia e un cucchiaio di zucchero in modo da bilanciare le note acide della salsa. Assolutamente vietato aggiungere il sale in quanto la salsa di soia è già saporita di suo. Infine, coprire interamente il salmone e lasciarlo macerare per diverse ore fino a quando il suo colorito non diventerà più scuro. Per quanto riguarda il condimento è consigliabile accompagnarlo con insalata o verdura fresca, bruschette di pane caldo, peperoncino, olio d'oliva o del pepe in grani. Per chi invece volesse proporre qualcosa di più particolare è possibile preparare una salsa a base di maionese, senape e aneto da servire in un piccolo contenitore vicino al trancio di salmone.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page
 
I nostri punti vendita