Please enable JS
10 Mar 2020 / Diario di Bordo

L’assunzione di calcio è di fondamentale importanza per una dieta sana e in particolare per la salute delle ossa. Molti processi metabolici coinvolgono questo minerale, ma per alcuni soggetti può essere un problema assumere la quantità giornaliera necessaria senza fare uso di farmaci.

Una delle fonti più importanti di calcio sono i latticini, ma per chi è intollerante al lattosio questo può essere un vero problema. Oltre a latte e derivati, tuttavia, ci sono altri alimenti che contengono calcio, tra cui il pesce. Un consumo settimanale di una buona quantità di pesce è, quindi, una gustosa soluzione per tutti i regimi dietetici!

Mangiare pesce: un toccasana per la salute

L’intolleranza al lattosio è una condizione legata alla mancanza di un enzima detto lattasi, che serve per scindere questo zucchero in galattosio e glucosio. Chi ha questo problema spesso non riesce ad assumere la quantità necessaria di calcio direttamente con l'alimentazione, ed è costretto a prendere integratori naturali o di sintesi per evitare fastidi gastrointestinali.

Mangiare pesce regolarmente consente di garantire un buon apporto di calcio all’organismo, senza rinunciare anche agli altri innumerevoli benefici che una dieta a base di prodotti ittici può assicurare.

Il pesce si presta benissimo a quasi tutti i regimi dietetici: si tratta di un alimento estremamente ricco di calcio, oltre che di grassi nobili, fosforo, proteine e sali minerali. E, grazie alla sua leggerezza, è ottimo anche per tenersi in forma!

Perché preferire il pesce

In realtà anche la carne contiene una buona quantità di calcio, ma non è necessariamente sufficiente per garantire i livelli ottimali. Inoltre, chi ha un problema con l'enzima lattasi, spesso non riesce a digerire la carne di vitello, che è quella che contiene i maggiori livelli di calcio.

Il pesce invece non presenta controindicazioni perché il calcio biodisponibile è a livelli molto alti di concentrazione, ma soprattutto legato a proteine che non coinvolgono l'enzima mancante e non introduce grassi a rischio.

Ad essere ricchissime di calcio sono acciughe, sardine, sogliole, orate e in generale il pesce azzurro, ma non solo. Anche i frutti di mare come le vongole sono ottime fonti di calcio, oltre che molluschi come polpi e calamari. Per saperne di più leggi anche Pesce e salute: quali sono i pesci più ricchi di calcio.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page