Please enable JS
03 Ago 2016 / Diario di Bordo

Il salmone è un pesce molto apprezzato a livello culinario, protagonista di numerose ricette sia casalinghe che di elevato livello e in Italia viene particolarmente apprezzato nella variante affumicata.

Il consumo di pesce è considerato un toccasana per la salute e anche il salmone non fa differenza, sebbene sia necessario fare attenzione a non esagerare. Il salmone contiene infatti acidi grassi omega-3, una classe di acidi grassi essenziali le cui proprietà sono note in medicina per contrastare la produzione di radicali liberi e abbassare il livello di colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo "cattivo") nel sangue.

Un valido alleato della Salute

Per quanto riguarda le malattie metaboliche come il diabete e le dislipidemie, il salmone grazie alla presenza di carotenoidi (astaxantina) e acidi grassi essenziali EPA e DHA, aumenta la disponibilità della vitamina A e riduce il rischio di complicanze del diabete, di formazione di trombi e di disregolazione del rapporto tra colesterolo LDL e HDL a favore di quest'ultimo. Infatti, tra gli integratori di omega-3, figura l'olio di salmone.

Queste proprietà sono sufficienti a proteggere efficacemente il sistema cardiovascolare dalle malattie come l'aterosclerosi e l'ipertensione, ma oltre a queste proprietà il salmone combatte anche l'insorgenza dell'osteoporosi (grazie al contenuto di vitamina D) e apporta all'organismo acidi grassi polinsaturi che, secondo recenti studi, hanno un ruolo nel prevenire la degenerazione del sistema nervoso e la depressione.

Oltre a questi benefici, il salmone favorisce la mineralizzazione del tessuto osseo grazie alla presenza di vitamina D (colecalciferolo), vitamina PP (niacina), vitamina B6 e vitamina B12, proteine ad elevato valore biologico (ovvero contenenti amminoacidi essenziali che l'organismo non è in grado di produrre in autonomia) e di sali minerali come il ferro, il fosforo e il selenio.

Un pesce particolarmente calorico

Attenzione però: il salmone da fresco apporta circa 150 kcal ogni 100 grammi e quindi non va consumato in abbondanza, soprattutto da chi è sovrappeso.

Si consiglia di mangiarlo un paio di volte a settimana, accompagnato da verdure.

Sarebbe sempre ottima cosa, accompagnare ad una sana alimentazione anche una moderata attività fisica.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page