Please enable JS
18 Gen 2020 / Diario di Bordo

Per condire perfettamente le ostriche non occorre svolgere delle procedure particolarmente complicate, ma è opportuno seguire accuratamente alcuni accorgimenti che garantiscano il miglior gusto possibile, senza rinunciare alla sicurezza alimentare.

Ecco i nostri consigli da tenere a mente quando ti appresterai a condire le ostriche!

Come consumare le ostriche

Non esiste una ricetta definitiva per preparare le ostriche, anzi esistono innumerevoli varianti che consentono di gustare questi raffinati frutti di mare per accontentare tutti i gusti e tutte le tradizioni culinarie del mondo.

Che siano cotte alla brace, al gratin, o gustate nella versione crudité, è importante, comunque, prestare attenzione a non coprire troppo il sapore naturalmente succoso dell’ostrica. È bene, quindi, non esagerare con i condimenti, che devono esaltarne il gusto e non coprirlo o alterarlo.

Si consiglia di prediligere ostriche fresche appena raccolte, che conservino ancora il profumo e il sapore del mare, soprattutto se si decide di gustarle crude.

Ostriche limone e pepe o con Vinaigrette

Una delle ricette più gettonate in Italia per consumare le ostriche è quella che ne prevede il consumo nella versione crudité. Il condimento, in questo caso, si limita ad un po’ di succo di limone e ad una spolverata di pepe. Come dicevamo, la quantità di condimento deve essere moderata, per non sovrastare il sapore di mare delle ostriche fresche.

Un altro importante accorgimento di cui tenere conto in fase di condimento delle ostriche è l’attenzione a condire questi tesori del mare in maniera omogenea, per un risultato equilibrato. Tuttavia, per un risultato davvero omogeneo è importante non condire con il limone tutte le ostriche nello stesso momento: il succo di limone, infatti, tende a “cuocere” la polpa di questi frutti di mare e così, con il passare dei minuti, le ultime ostriche ad essere mangiate avranno acquisito un sapore diverso rispetto alle prime.

Un altro classico condimento per le ostriche è la vinaigrette, una tradizione culinaria intramontabile dei nostri cugini francesi. La vinaigrette si ottiene facendo marinare lo scalogno tritato nell’aceto di vino (o di mele, per un gusto più delicato). Una volta filtrato l’aceto, si aggiunge una spolverata di pepe nero appena macinato e si serve con pane tostato e burro. Esistono numerose varianti di vinaigrette, tra cui è molto in voga quella al melograno.

Condire le ostriche cotte

Qualora si preferisca gustare le ostriche cotte, allora il condimento avviene a fine cottura. In questo modo, infatti, il sapore dello stesso condimento tende a essere più incisivo e in grado di rimanere ben impresso nel palato.

Un modo alternativo per gustare le ostriche è friggerle in pastella: sicuramente meno leggere, ma davvero gustose, da provare! In questo caso sarà necessario immergerle in un composto di uova e farina prima di immergerle nell’olio bollente.

Comunque decidi di consumarle, scegli sempre ostriche di buona qualità e dalla provenienza controllata, come quelle che puoi trovare ogni giorno sui banchi della pescheria Marevivo!


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page