Please enable JS
25 Lug 2019 / Diario di Bordo

Il pesce fresco di stagione è un'autentica prelibatezza: sul mercato ittico si possono trovare tante tipologie di pesce molto saporite. Ecco tutto quello che occorre sapere sul sarago, ottimo da consumare fresco in estate.

Cos'è il sarago

Questo tipo di pesce appartiene alla famiglia Sparidae. Si tratta di un pesce molto conosciuto, non solo in Italia, ma anche negli altri Paesi che affacciano sul Mediterraneo.

Molto rinomato soprattutto per quanto concerne la qualità della sua carne, che è assai delicata. Le sue proprietà, comunque, possono variare in base ad alcune condizioni come l'habitat di pesca o il modo in cui viene pescato e cucinato.

Si presta a qualsiasi tipo di ricetta: può essere bollito, lessato, cotto arrosto o anche fritto. Ecco, quindi, che si presta anche a soddisfare le esigenze dei palati più disparati!

Le proprietà nutrizionali del sarago

Se consumato fresco, secondo la stagionalità, il sarago conserva sicuramente una serie di importanti valori nutrizionali non trascurabili. Si tratta, infatti, di una tipologia di pesce che abbonda di proteine ad alto valore biologico, oltre che di vitamine e sali minerali.

Inoltre, il sarago è ottimo per via della buona concentrazione di grassi polinsaturi Omega-3 EPA e DHA. Senza dimenticare la sua ricchezza di iodio e vitamina D e il moderato apporto calorico del sarago (basti pensare che la stessa quantità di salmone fornisce un 70% di energia in più). Totalmente privo di lattosio e glutine, il sarago può essere consumato anche da coloro che presentano un’intolleranza a queste due sostanze.

Cucinare il sarago

I piatti a base di sarago sono allo stesso tempo saporiti e delicati.

Il sarago si offre a innumerevoli modalità di preparazione, ma può essere servito anche crudo come carpaccio, ideale da accompagnare con delle verdure fresche.

L'arrosto di sarago gratinato è una pietanza molto appetitosa, così come la zuppa preparata con i filetti di sarago.

Se si volesse optare per la frittura, invece, si consiglia di preferire l’olio d'oliva e preparazioni con poca pastella, perché non si copra il sapore del pesce.

Gli aromi che meglio si sposano col sarago sono origano, maggiorana, pepe e peperoncino.

Per quanto concerne invece l'abbinamento enologico, è sempre meglio optare per vini bianchi non troppo corposi che perciò si sposano perfettamente col delicato sapore del sarago.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page