Please enable JS
27 Giu 2019 / Diario di Bordo

Le sarde spinate sono una ricetta tipica del Salento che può essere preparata in due varianti, ovvero al forno o fritta.

Vediamo i due metodi di preparazione di questo tipo di pietanza.

Le sarde spinate al forno

Una ricetta abbastanza semplice che, in passato, era conosciuta per essere un piatto tipico della popolazione povera del Salento, oggi divenuto invece un simbolo di questa zona geografica.

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di sarde;
  • 100 g di pan grattato;
  • 50 g di capperi;
  • un mazzo di prezzemolo;
  • un limone;
  • uno spicchio d'aglio;
  • olio d'oliva.

Preparazione

Il primo passaggio fondamentale consiste nel pulire le sarde, utilizzando delle forbici appuntite: queste devono essere poste nella testa del pesce, che deve essere staccata, per poi procedere effettuando un taglio netto nel ventre, affinché sia possibile rimuovere la lisca.

La polpa, dopo essere stata lavata sotto un getto d'acqua corrente, deve essere adagiata su un piatto fondo, affinché l'acqua possa essere rimossa completamente.

Nel frattempo bisogna tritare il prezzemolo e l'aglio e mettere su una teglia da forno un foglio di carta da cucina, nel quale devono essere poste le sarde, anche sovrapposte tra di loro.

Queste devono essere poi condite col trito di prezzemolo e aglio, spolverate col sale e il pane grattugiato e condite col succo di limone e l'olio d'oliva: la cottura deve essere pari a venti minuti con temperatura di circa 180 gradi.

Le sarde spinate al forno devono essere servite tiepide.

Le sarde spinate fritte

Questa ricetta è l'alternativa della precedente e rappresenta un metodo di preparazione più rapido.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di sarde;
  • 2 uova;
  • 1 bicchiere di aceto;
  • farina quanto basta.

Preparazione

Il metodo di pulizia delle sarde non varia in questa versione alternativa del piatto, pertanto sarà necessario rimuovere testa e lisca dal pesce.

Dopo aver svolto questa operazione bisogna frullare due uova e bagnare leggermente la polpa del pesce dopo averlo lavato: successivamente bisogna infarinarlo completamente e bagnarlo con un goccio d'aceto, per poi friggerlo in olio d'oliva caldo.

I tempi di cottura sono immediati, quindi le sarde devono essere tolte dalla padella non appena queste diventano dorate da entrambi i lati, evitando quindi di farle sciogliere oppure di rendere dura l'impanatura.

Per dare maggior sapore a questa ricetta, è consigliato bagnare le sarde fritte col succo di limone e accompagnarle col rosmarino.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page