Please enable JS
23 Mar 2020 / Diario di Bordo

La ricca cucina pugliese ci regala una delizia impareggiabile con la ricetta del polpo fritto, un connubio perfetto tra la migliore tradizione agricola locale e la passione per il mare che gli abitanti di questa terra nutrono da sempre.

L'olio eccellente di questa regione è l'ideale per friggere il polpo e deliziare il palato di chi ha la fortuna di assaggiare questa preparazione. Accompagnato con del limone, si può servire sia come secondo che come antipasto o finger food.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg polpo fresco
  • Olio di oliva
  • Farina
  • Limone
  • Sale

Pulire il polpo

Si comincia pulendo attentamente il polpo da tutte le parti non commestibili. La prima cosa da fare è pulire la sacca, nel caso in cui il polpo non sia già stato eviscerato dal pescivendolo. Dopodiché lavatelo sotto l’acqua corrente (sciacquate bene anche la sacca da cui avete rimosso le viscere). Con un coltellino, poi, potete procedere alla rimozione degli occhi e del dente.

Questo mollusco è molto coriaceo e quindi deve essere battuto prima di cucinarlo. È sufficiente usare un martelletto da cucina oppure sbatterlo con una certa forza su un piano in modo tale da rendere la carne più morbida e facile da cuocere. Il polpo di primissima qualità deve essere ben saldo, ma quando viene cotto a puntino, diventa morbido e delicatissimo. In ogni caso è sempre bene fare pezzi non troppo grandi per una cottura ideale.

Preparare la frittura

Dopo averlo battuto, il polpo va accuratamente risciacquato sotto acqua fredda corrente e poi tagliato a pezzetti non tanto grandi. Mettete in un sacchetto da congelatore un po' di farina e poi aggiungete i pezzi di polpo, dopo averli asciugati con un panno.

Agitate per bene il sacchetto in modo tale da avere un'infarinatura uniforme e sottile, l'ideale per avere un polpo croccante e gustoso senza grumi. Potete anche semplicemente strusciare i pezzi di polpo nella farina, l'importante è stare attenti a non metterne troppa.

Prendete un tegame alto e piuttosto largo e versate al suo interno l'olio per la frittura, facendolo scaldare abbastanza rapidamente. Quando è il momento prendete i pezzi del polpo e immergeteli nell'olio fino a che saranno ben dorati.

Levateli quando sono pronti e metteteli su un foglio di carta assorbente per togliere l’eccesso di olio. Il vostro polpo fritto a questo punto è pronto per essere servito, con una spolverata di sale e accompagnato da limone, meglio se caldo.

Per una presentazione elegante, tagliate il limone a spicchi e usatelo per decorare il vassoio, così ognuno dei commensali potrà regolarsi con il suo palato.

Abbinamento

L’abbinamento ideale è col Verdeca pugliese, ma potete scegliere anche un Dugenta campano oppure un Epomeo. L’importante è abbinarlo con un vino mosso, al limite del frizzante, per gustare tutte le note olfattive e alleggerire la frittura.


Articoli Correlati


Special Card

Scopri i vantaggi della Special Card Mondo MareVivo

La nostra Fan Page